Novità sulle autorizzazioni degli impianti viticoli

Workshop Potatura dell’Olivo
Febbraio 4, 2021

Con il Regolamento 2020/2220, (Regolamento transitorio) si introducono tre importanti deroghe nella normativa sulle autorizzazioni degli impianti viticoli:

  • ampliamento del periodo di validità delle autorizzazioni;
  • eliminazioni delle sanzioni per il mancato impianto dei vigneti;
  • allungamento dei tempi per la conversione dei vecchi diritto all’impianto.

Autorizzazioni impianti viticoli

Il Regolamento proroga il periodo di validità delle autorizzazioni che scadono nel corso del 2020, fino al 31 dicembre 2021.

Eliminazione delle sanzioni per mancato impianto

La normativa dell’OCM vino sulle autorizzazioni degli impianti viticoli prevede delle sanzioni per i viticoltori che hanno richiesto ed ottenuto le autorizzazioni e poi non hanno eseguito l’impianto.

I produttori che detengono autorizzazioni che scadono nel corso del 2020 e non hanno eseguito l’impianto, non sono oggetto di sanzioni amministrative, a condizione che informino le Autorità competenti, entro il 28 febbraio 2021, della loro intenzione di non utilizzare le proprie autorizzazioni e di non voler beneficiare della proroga della loro validità.

Conversione dei vecchi diritti all’impianto

Gli Stati membri che hanno consentito ai produttori di presentare richieste di conversione dei diritti di impianto fino al 31 dicembre 2020, non ancora utilizzati, sono autorizzati a prorogare il termine per la presentazione di tali richieste al 31 dicembre 2022.

Ciò comporta che i viticoltori, in possesso dei vecchi diritti di impianto, possono convertire tali diritti in autorizzazioni entro il 31 dicembre 2022 e le autorizzazioni, così ottenute, hanno validità fino al 31 dicembre 2025.

Resto a disposizione per qualsiasi ulteriore chiarimento.

Luca Taverni

Comments are closed.

Buy now